IL PREMIO AFRODITE COMPIE 20 ANNI

 Il Premio Afrodite ideato dall’ Associazione Donne nell’Audiovisivo – Women in Film Italy giunto alla sua XX^ edizione è dedicato all’universo femminile nell’ambito dello spettacolo, in particolare del cinema, della fiction, della cultura e della creatività artistica femminile.

Sotto la direzione artistica di Cristina Zucchiatti e Paola Poli .

 

il Premio Afrodite nasce vent’anni fa da un incontro tra professioniste dello spettacolo Cristina Zucchiatti, Donatella Senatore, Cinzia TH Torrini e Patrizia Biancamano. L’intento era quello di celebrare l’eccellenza delle donne in un momento in cui nessuno aveva mai pensato di dare loro volto e voce, creare networking e parlare di parità di genere anche nell’ambito del cinema.

 

Nonostante le difficoltà iniziali e grazie anche all’aiuto del produttore Raffaello Monteverde, il premioAfrodite è cresciuto ed è oggi riconosciuto come uno dei più importanti premi alla cinematografia femminile a livello nazionale. Molte cose sono cambiate ma c’è ancora la necessità di mettere in risalto la professionalità femminile in questo settore.

 

Nella prima edizione del 2001 veniva assegnato un solo Premio alla Regista dell’anno, che all’epoca fu vinto da Clare Peploe per “Il Trionfo dell’Amore”. Oggi  vengono premiate tante categorie artistiche e tecniche.

Nel 2008 è nato con Afrodite il Pink carpet che in quell’anno non fu solo una sfumatura di colore ma un vero e proprio messaggio distintivo.

 

Donne nell’Audiovisivo  – Women in Film Italy, è l’associazione italiana delle professioniste del settore audiovisivo. Ha come scopo la promozione e la crescita professionale del lavoro svolto in ambito audiovisivo dalle donne.

L’Associazione Donne nell’Audiovisivo, attiva dal 1996, fa parte del network Women in Film, Television & Media Italia, affiliato alla rete mondiale Women in Film and Television International.

 

Paola Cortellesi, dopo il successo di critica e di box office di “C’è ancora domani”. Assente perché impegnata nella promozione del film.

Micaela Ramazzotti  questa volta premiata per l’esordio alla regia con “Felicità”.

Gaia Girace una giovane attrice che si è fatta notare in vari ruoli di serie TV dall’ “L’Amica geniale”a  “The Good Mothers”, fino ad arrivare al suo esordio cinematografico nei “Girasoli”.

Barbara Ronchi protagonista di “10 Minuti” di Maria Sole Tognazzi e di ” Non Riattaccare” di Manfredi Lucibello.

Alessandra Mastronardi, una delle poche attrici italiane che ha conquistato il pubblico internazionale. Purtroppo all’ultimo minuto non ha potuto prendere parte alla premiazione.

Greta Scarano premiata per la sua scelta di ruoli di donne forti, libere, come l’avvocata della serie TV “ Circeo”, del film “Nuovo Olimpo” e del corto multipremiato “Sei mesi dopo”.

Milena Mancini in particolare per il suo spettacolo teatrale “Sposerò Biagio Antonacci” contro la violenza sulla donne.

Pilar Fogliati protagonista della commedia nella serie “Odio il  il Natale” ed il film di Giovanni Veronesi “Romeo è Giulietta”.

Carolina Crescentini per la sua interpretazione nel corto “Unfitting” di Giovanna Mezzogiorno.

Giovanna Sannino per il suo ruolo nella serie “Mare Fuori” e il suo impegno nel laboratorio artistico di Una Nessuna Centomila.

Chiara Rapaccini per il libro” Mio Amato Belzebù”: l’amara Dolce vita con Monicelli e compagnia” e infine alla produttrice  Elda Ferri il premio alla carriera, che però non è riuscita a partecipare.

 

 

Devi Leggere

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here